APERTURA

Quel “NOI” rivoluzionario dei Popolari che unisce verso le cose nuove

APERTURA

movimento-civico-noi-1Di Fabio Gallo/

Quando in Via delle Coppelle a Roma abbiamo scelto di seguire la strada tracciata per una riforma del popolarismo, lo abbiamo fatto per davvero, credendo che ciò fosse possibile se dai contenuti si fosse riusciti a passare alla loro attuazione andando incontro, con ogni strumento possibile, ai cittadini. Si trattava di una forte chiamata al senso di responsabilità che aveva qualcosa di profetico quel 23 novembre del 2017.

Istituto Internazionale di Studi Don Luigi Sturzo - I convocati al tavolo di lavoro
Istituto Internazionale di Studi Don Luigi Sturzo – Il portavoce del Movimento NOI Fabio Gallo con Giovanni Palladino, Alessandro Corneli, Giampiero Cardillo, Marco Zabotti

Al tavolo dell’Istituto Internazionale di Studi “Don Luigi Sturzo” con Giovanni Palladino, Alessandro Corneli, Giampiero Cardillo, Marco Zabotti, eravamo seduti anche noi e solo oggi, dopo tre anni, abbiamo compreso quanto importante fosse stato per il giovane Movimento NOI quell’invito di chi ci stava osservando attentamente e ci riconosceva qualche merito. Certamente, quello di avere intuito che solo una grande dimestichezza con il mondo delle innovazioni tecnologiche e della comunicazione digitale, poteva sostenere quel percorso di alta formazione indispensabile per redigere una nuova pagina di Democrazia e di vita politica del Paese. I tempi e le relazioni sociali sarebbero cambiati presto.

Istituto Internazionale di Studi Don Luigi Sturzo
Istituto Internazionale di Studi Don Luigi Sturzo – Il Tavolo di lavoro

L’essere, tra tutti i chiamati in Via delle Coppelle, i meno storicizzati nel cammino pluridecennale dei Popolari, è stato un bene, consentendo alla nostra aggregazione civica sturziana di uscire subito dalla bulimia dell’IO – tipica di chi deve difendere un proprio ruolo – per ramificarci, senza perdere tempo prezioso, nelle reti umane del NOI, ponendoci immediatamente al servizio del bene comune.

Dal tavolo emergevano forti le solide radici del pensiero sempre nuovo di don Luigi Sturzo e Giuseppe Toniolo che richiamavano, tra le altre cose, a modificare gli errori del passato che hanno generato una moltitudine di periferie, trasformandole in nuove centralità.

Istituto Internazionale di Studi Don Luigi Sturzo
Istituto Internazionale di Studi Don Luigi Sturzo – da sx: Marco Zabotti, Giampiero Cardillo, Eleonora Cafiero (Movimento NOI)

Nella visione della trasformazione di un Paese vecchio e stanco, in un Paese giovane che guarda alle nuove generazioni, non è mancato un successivo confronto tra Eleonora Cafiero, co-fondatrice del Movimento NOI e lo scrivente, entrambi più vicini al mondo della comunicazione sociale innovativa, nel quale vennero subito in mente le migliaia di piccoli borghi italiani che grazie alla velocità della rete, all’intelligenza connettiva e a progetti di gestione della conoscenza, sarebbero potuti diventare cuore pulsante di nuove economie e lavoro, sentinelle dell’Ambiente e protagonisti di quello sviluppo sostenibile auspicato dall’Agenda 2030 della Nazioni Unite.

Luigi Sturzo-Giuseppe Toniolo
Luigi Sturzo-Giuseppe Toniolo

Ci rendevamo conto che dopo tanto vagare eravamo giunti alla sorgente. Ora toccava solo a noi limitarci alle parole o trasformarle subito in azione quotidiana.

Oggi, dopo oltre tre anni da quel tavolo di lavoro in Via delle Coppelle, rifletto sulle tante riunioni telematiche cui ho partecipato successivamente con tanti gruppi di popolari. E’ normale che chiunque abbia un ruolo storicizzato voglia mantenerlo. Una normalità colpevole, molte volte, di divisioni che impediscono la concreta crescita di quell’auspicato moderno partito in grado di richiamare da trent’anni di diaspora, le Donne e gli Uomini “liberi e forti” all’adunanza dei valori ben dettagliata nella dottrina sociale della chiesa per noi tutti cristiani. Una battaglia resa ormai indispensabile ma che tocca a noi laici combatterla nei tanti ruoli del vivere civile di chiunque voglia intraprendere il cammino verso “le cose nuove”.


Da sx: il portavoce nazionale del Movimento sturziano NOI con S.E. Rev.ma Cardinale Angelo De Donatis e Mons. Renzo Giuliano parroco della Basilica San Marco Evangelista di Roma


Fabio Gallo consegna a S.E. Rev.ma Cardinale Angelo De Donatis la maglia del Movimento sturziano NOI

Il Movimento sturziano NOI, con l’umiltà di chi è aperto a tutti ma con la fermezza di chi non vuole essere trascinato negli errori del passato, si è fatto ascolto di tutti coloro i quali ritengono di essere popolari e di poter dare un contributo esperienziale alla “grande chiamata”. Con un certo dispiacere, nonostante la levatura di molti, troviamo difficoltà a comprendere come, senza passare dalla parola alla sua applicazione pratica nelle tante realtà territoriali, rispettandole, valorizzandole e ponendole al centro, si possa concretamente giungere al risultato della costituzione della grande area dei nuovi popolari come auspicato, da “Insieme”.

Il Movimento civico NOI - Cos'è
Movimento civico NOI

NOI ci siamo! Le parole di Stefano Zamagni non hanno bisogno di essere replicate. NOI abbiamo compreso e ispirati dall’intuito di Papa Francesco che ci chiede di impegnarci in politica, ma in quella con la “P” maiuscola, con fede, procediamo in questa direzione auspicando che i detentori di grande esperienza vogliano comprendere che è giunto il tempo di guardare al “NOI” e alle nuove generazioni. In sintesi, abbiamo bisogno di una politica “generativa” di “cose nuove” sul solco tracciato da Toniolo e Sturzo.

La-Bandiera-del-Movimento-sturziano-NOI
La Bandiera del Movimento civico NOI

Un giornalista recentemente ha dichiarato che “il civismo in Calabria e in Sicilia si declina con il nome del Movimento NOI e delle sue attività volte al bene comune”. Ciò ci gratifica e ci dice che la strada intrapresa, in attesa che la grande adunanza di “Insieme” maturi non solo nelle attese di leadership ma di una vera conversione al sacrificio quotidiano da parte di tutti per cambiare in meglio l’Italia e l’Europa che necessitano ancora di comprendere la differenza tra crescita e Sviluppo economico, è quella giusta.

www.movimentonoi.it

Utilizzare i tasti ← → (freccia) per navigare

Click to add a comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in APERTURA

Beni Librari "rari" digitalizzati dalla Fondazione Culturale "Paolo di Tarso" nell'anno 2003 grazie al sostegno finanziario dell'ICCU

Polo per la Digitalizzazione dei Beni Librari e Beni Culturali attivo a Cosenza con successo

Fabio Gallo1 ottobre 2022
metaversocosenza-fabio gallo-centro di alta competenza connessioni-eleonora cafiero

A Cosenza un “Ecosistema Digitale della Cultura” per oltre 2000 anni di storia e bellezza

Fabio Gallo23 settembre 2022
Roberto Bilotti - Michelangelo Pistoletto

Roberto Bilotti con il “Terzo Paradiso” di Michelengelo Pistoletto approda a Rende

Viviana Normando23 settembre 2022
Ecosistema Digitale della Cultura " Dipignano Sacra"

La “Dipignano Sacra” entra nel Museo Digitale Italiano “Italia Excelsa”

Fabio Gallo10 settembre 2022
fabio-gallo-movimento-noi-2

Teatro Rendano, Fabio Gallo: “nessuna risposta alle mie richieste di trasparenza? Ecco la lettera. Giudicheranno i cittadini. Tutelo Teatro e lavoratori

Redazione ComunicareITALIA22 agosto 2022
Cosenza-mab-bilotti-testa di medusa-giacomo manzu-fabio gallo-centro di alta competenza connessioni-metaverso

L’IO NON CI STO di Fabio Gallo scuote la coscienza civica di Cosenza. “Così muore tutto”

Redazione ComunicareITALIA14 agosto 2022
Ecosistema Digitale della Cultura CALABRIA EXCELSA

Fabio Gallo: presto in rete l’Ecosistema Digitale della Cultura della Calabria

Fabio Gallo31 luglio 2022
Il tenore Federico Veltri

Fabio Gallo ospite del Summer Music Camp: “esperienza formativa di altissimo livello. Grazie a Federico Veltri”

Redazione ComunicareITALIA22 luglio 2022
Polo per la Digitalizzazione dei Beni Librari antichi e manoscritti

A Cosenza il Polo per la Digitalizzazione dei Beni Librari antichi e manoscritti

Fabio Gallo19 luglio 2022
3x21sognidisaveria2 - Da Sx: Francesca Ruberto, Silvia Lanzafame, Stefania Perrotta, Linda Capocasale, Ileana Ferraro, Sinvia Vanzillotta, Monica Mollame

Successo per “3X21 LIMITLESS” il progetto pilota in Italia che parte da Cosenza. Grazie a tutti!

Redazione ComunicareITALIA1 luglio 2022
officina delle arti

Officina delle Arti a Cosenza: Consiglieri e Delegati a lavoro.

Redazione ComunicareITALIA28 giugno 2022
Il Teatro Officina delle Arti di Eduardo Tarsia

Crisi Teatri a Cosenza. Fabio Gallo: Officina delle Arti già digitalizzata e inserita nel MetaversoCOSENZA.

Redazione ComunicareITALIA19 giugno 2022
Il Teatro di Tradizione Alfonso Rendano di Cosenza

Fabio Gallo: a Cosenza chiudono i Teatri. La politica ha le sue responsabilità. Il Rendano sia d’esempio

Fabio Gallo13 giugno 2022
Opera di Cornelia Parker

Arte, le mostre e gli eventi da non perdere quest’estate

Redazione ComunicareITALIA12 giugno 2022
MAB - Museo all'Aperto Bilotti

Roberto Bilotti a Cosenza ospite del Centro di Alta Competenza CONNESSIONI

Redazione ComunicareITALIA26 maggio 2022
Scorta Civica per Nicola Gratteri

Istituita la “Scorta Civica” per Nicola Gratteri. Venerdì il primo sit-in a Catanzaro.

Redazione ComunicareITALIA10 maggio 2022
Festival della Scienza - Liceo Scientifico "G. Berto" - Vibo Valentia

Il Festival della Scienza di Vibo invita Fabio Gallo ideatore di MetaversoCOSENZA

Redazione ComunicareITALIA29 aprile 2022
Fabio Gallo e Antonietta Cozza

Cosenza, Teatro Rendano: i Delegati Fabio Gallo e Antonietta Cozza incontrano dirigenti e funzionari del Comune

Redazione ComunicareITALIA28 aprile 2022
Biblioteca Nazionale di Cosenza

Fabio Gallo: a Cosenza si torna a parlare di Cultura e Belle Arti senza perimetri

Redazione ComunicareITALIA14 aprile 2022
MetaversoCOSENZA - Ecosistema Digitale della Cultura

MetaversoCOSENZA l’immersione innovativa nei Beni Culturali piace all’Università e alla ricerca

Redazione ComunicareITALIA12 aprile 2022
Fabio Gallo-delegato dal Sindaco di Cosenza all'Ecosistema Digitale della Cultura

Ecosistema Digitale della Cultura. A Fabio Gallo la delega del Comune di Cosenza

Viviana Normando4 aprile 2022
Da sx: Fabio Gallo - Franz Caruso

Franz Caruso: Fabio Gallo all’Ecosistema Digitale della Cultura e Consulente del Sindaco per il Teatro

Redazione ComunicareITALIA1 aprile 2022
Teatro Alfonso Rendano - Foto Aerea di Mario Timpano

La “Paolo di Tarso” su comunicato stampa della Consigliera comunale di Cosenza Alessandra Bresciani

Redazione ComunicareITALIA25 marzo 2022
MetaversoCOSENZA - Ecosistema Digitale della Cultura

MetaversoCOSENZA, boom di visite e interesse culturale e scientifico

Redazione ComunicareITALIA19 marzo 2022
metaversocosenza-massimodebuono-fabiogallo-bncs

Grande successo per l’inaugurazione di MetaversoCOSENZA, Ecosistema Digitale della Cultura

Redazione ComunicareITALIA17 marzo 2022
MetaversoCOSENZA

La città di Cosenza ha il suo ecosistema digitale della Cultura. Si chiama MetaversoCOSENZA

Redazione ComunicareITALIA8 marzo 2022
Olimpiadi della Cultura e delle Belle Arti

Istituite le “Olimpiadi della Cultura e delle Belle Arti”. Martedì la sottoscrizione a Cosenza

Redazione ComunicareITALIA20 febbraio 2022
arte-treccani

Il significato di “Arte” te lo spiega Treccani: “capacità di agire e di produrre…”

Redazione ComunicareITALIA20 febbraio 2022
Baya Mahieddine

Arte.it, la Biennale d’Arte 2022 fucina “green” di una nuova umanità nel segno del “reincanto”

Redazione ComunicareITALIA20 febbraio 2022
Opera di Gabriele Münter

A Berna un nuovo sguardo su Gabriele Münter, pioniera dell’Arte Moderna

Redazione ComunicareITALIA20 febbraio 2022