APERTURA

Silvia Lanzafame: iniziativa di Stefano Caccavari fa bene alla Dieta Mediterranea. Mulino e pane come una volta

silvia lanzafame, dieta mediterranea

Silvia Lanzafame, Economista e Manager della Dieta Mediterranea

L’iniziativa di Stefano Caccavari piace a Silvia Lanzafame, la prima imprenditrice italiana che ha fatto della valorizzazione della Dieta Mediterranea una ragione di vita. 27 anni, economista e Manager della Dieta Mediterranea e della Sostenibilità Ambientale, Silvia Lanzafame è Amministratore delegato della Dieta Mediterranea srl che gestisce la master brand etica Simply Med che commercializza on line alimenti e prodotti della Dieta Mediterranea. Oggi Silvia Lanzafame ha espresso grande soddisfazione per l’iniziativa di Stefano Caccavari che, a suo parere, mostra l’efficacia del volto nuovo e onesto della Calabria e di una imprenditoria intelligente che sa guardare al futuro con coraggio e creatività che piace ai mercati.

Stefano Caccavari

Stefano Caccavari

SILVIA LANZAFAME: IDEA DI STEFANO CACCAVARI E’ GENIALE E MOLTO UTILE ALLA NOSTRA TAVOLA
“L’iniziativa di Stefano Caccavari – ha commentato la giovane imprenditrice alla nostra Redazione – è testimonianza di un affiatamento tra giovani, quali noi siamo, che guarda al lavoro ponendo al centro degli interessi la centralità dell’Essere Umano. Rimettere a nuovo un vecchio mulino utilizzando i moderni sistemi della connettività è anche prova che noi giovani possiamo farcela da soli rispetto ad istituzioni che non amano in Calabria, le nuove generazioni. Inoltre – aggiunge l’esperta di Dieta Mediterranea – farina e pane di questo mulino, per le caratteristiche che avranno, rappresenteranno per la mia azienda un toccasano poichè questo è il pane della Dieta Mediterranea. Un passo verso il futuro praticando le buone maniere dei nostri nonni che ci amavano attraverso il Cibo. Sono certa – ha concluso Silvia Lanzafame – che lavoreremo insieme”.

Silvia Lanzafame e Stefano Caccavari sono figli della “digital generation” che hanno saputo utilizzare la Rete per dare vita a nuove economie. Silvia, tra l’altro, ha posto in rete una Piattaforma innovativa e di buon gusto che porta in tavola la Dieta Mediterranea, il suo Cibo Sano e le antiche tradizioni del saper fare in cucina (www.dietamediterraneaintavola.it). E’ la prima in campo internazionale e ciò rappresenta un nuovo primato per il Sud Italia debole politicamente ma forte nelle nuove generazioni.

STEFANO CACCAVARI E IL MULINO DI SAN FLORO
Fonte:  food24.ilsole24ore.com – Il mulino di San Floro non è un set da pubblicità, non c’è  Banderas nei paraggi. Siamo in Calabria, località Torre del Duca, e qui sorgerà quello che sarà il primo mulino social, con tanto di macine di pietra, ruscello e ruota a trazione idraulica (ma anche elettrica): aprirà a luglio grazie a una raccolta fondi organizzata su Facebook. L’appello lo ha lanciato Stefano Caccavari, una celebrità dalle sue parti, per aver dato vita un anno fa a un’iniziativa agricola innovativa, che ha  di fatto fermato la realizzazione in zona della più grande discarica d’Europa. Si attende a giorni la sentenza definitiva del Consiglio di Stato sul destino di quei 40 ettari in provincia di Catanzaro.

Mulinum, un forno e vecchie pietre francesi

A pochi chilometri dal Golfo di Squillace, Stefano, studente di Economia a Reggio Calabria, ha creato l’Orto di famiglia, iniziativa  di custodia del territorio, che ha riunito il circondario. Affitta pezzi di terra, li coltiva e consegna i prodotti (o invita alla raccolta). Centinaia  gli abbonati, tanti in lista di attesa. Con lo stesso spirito ha dato il via al progetto Mulinum: stava per chiudere un affare con l’ultimo mugnaio della Calabria, a San Severino, in provincia di Crotone. Che però era in trattativa con imprenditori  toscani. L’accordo è saltato.  Una notte insonne,  ma poi è nata l’idea: coinvolgere il web nell’acquisto di due vecchie macine “La Ferté”” (pare le migliori pietre in commercio dal 1800) e trasformare un casolare di famiglia in un mulino con forno. Intorno un’enorme distesa di spighe Senatore Cappelli. Ecco fatta la filiera del grano antico.

Raccolta fondi sui social

Il primo post parte alle 9,17 del 14 febbraio:” (Urgente) Salviamo l’ultimo mulino a pietra della Calabria”, scrive Stefano su Facebook. Segue un lungo appello. Il mugnaio Giulio di San Severino (93 km da San Floro) vende e in Calabria non ci sono altri posti (certificati e a norma) dove portare il grano. Soluzione radicale: comprare il mulino e adeguarlo con 30mila euro. Parte il crowfounding. Risponde Marco da New York, Salvatore da Maiami, Antonio da Pechino. La raccolta non si ferma neanche quando, sfumato l’affare con Giulio,  scatta il piano b: riabilitare delle vecchie macine e ristrutturare il casolare abbandonato nell’antica valle dei mulini di San Floro. Metterci dentro anche il  forno per preparare “u brunieiettu”, il pane tipico del posto. E  il “iermanu”, fatto con la segale, come 60 anni fa. Servono più soldi: 200mila euro. Aderiscono da Berlino, da Londra,  dalla Calabria, da tutta Italia.

Si inaugura a luglio con la festa del grano

In pochi giorni  Stefano ha raggiunto 110mila euro.  Cento venti le persone coinvolte: “Chi vorrà sarà socio o verrà ripagato con coupon per l’ acquisto di farina”. Pizzaioli di fama (torinesi, bergamaschi, romani) già preparano gli ordini.  Partecipa anche il verace  panificatore Gabriele Bonci, che attende nel suo Pizzarium di Roma la farina di Mulinum. Dieci agricoltori saranno partner per la coltivazione del grano. La prossima settimana una squadra di specialisti di macine antiche arriverà a San Floro dalla Sicilia: rimetterà  in sesto le pietre francesi. Troppo lente per la produzione industriale, perfette per quella bio. Lavorano 1 quintale di grano all’ora ma il chicco mantiene intatta la sua naturale composizione.  Fra qualche giorno sarà pronto il rendering del progetto. Importanti distributori di prodotti biologici attendono la mietitura. Questa estate, con la grande festa del grano entrerà  in funzione il mulino.  Tutto il web è invitato. Stefano è al giro di boa: la raccolta fondi continua.

Utilizzare i tasti ← → (freccia) per navigare

Click to add a comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in APERTURA

scaviarcheologici2018

Tortora: svelati più di 2000 anni di storia.

eleonora13 luglio 2018
Chiesa Santa Maria di Costantinopoli - Rende

“Un giorno dedicato alla digitalizzazione dei Beni Culturali”

Redazione ComunicareITALIA28 maggio 2018
Il Giovane Tenore Federico Veltri

Aida di Verdi a Cosenza: Federico Veltri entusiasma il Teatro Rendano

Redazione ComunicareITALIA16 maggio 2018
ponte costituzione, santiago calatrava, venezia

Balena bianca spiaggiata a Cosenza. E’ il ponte di Calatrava

Redazione ComunicareITALIA23 aprile 2018
Il Tenore Federico Veltri

Federico Veltri, tenore, tra i solisti dell’Accademia Verdiana del Teatro Regio di Parma

Redazione ComunicareITALIA11 aprile 2018
masseria-vieste-piatto-tradizionale-pancotto

Come una volta sul Gargano: tradizioni e sapori in una masseria tipica a Vieste

Redazione ComunicareITALIA21 marzo 2018
Cosenza Città Aperta del Movimento cattolico NOI

Cosenza “Città Aperta”: il Movimento NOI affronta i problemi della Città

Redazione ComunicareITALIA2 febbraio 2018
Federico II

Stefano Vecchione presenta il suo libro “Federico II a Cosenza”

Redazione ComunicareITALIA30 gennaio 2018
Agrigento, Valle dei Templi

Mibact: ecco la short list per la Capitale italiana della Cultura 2020

Redazione ComunicareITALIA17 gennaio 2018
Scavi di Pompei

Pompei: Franceschini alla riapertura di tre Domus restaurate.

Redazione ComunicareITALIA23 dicembre 2017
cosenza-cristiana-gturismo

Franceschini finanzia la Città Storica di Cosenza grazie a progetto digitale cristiano

Redazione ComunicareITALIA19 dicembre 2017
dario franceschini ministro beni culturali e turismo

Il Miracolo Digitale di COSENZA CRISTIANA presentato al Ministro Dario Franceschini

Redazione ComunicareITALIA27 novembre 2017
silvia lanzafame, aid, cosenza,

Silvia Lanzafame: il successo di AID è il successo della Scuola

Viviana Normando5 ottobre 2017
movimento-noi-rete-umana-roma

La politica con la P maiuscola. Tema della prima conferenza di Cosenza del Movimento NOI

Redazione ComunicareITALIA19 settembre 2017
Cosenza-centro-storico-movimento-noi-gianluca-nava-patrimonio-culturale

Città storiche: cosa non fare! A cura di Gianluca Nava

Redazione ComunicareITALIA26 agosto 2017
biblioteca civica, cosenza, pierfranco bruni

Biblioteca Civica di Cosenza chiude. Al Ministro Franceschini lo scritto di Pierfranco Bruni

Redazione ComunicareITALIA5 agosto 2017
Roberto Medicino: I Deserti dell'Anima

Il premio “Diego Velázquez” all’artista cosentino Roberto Mendicino.

Redazione ComunicareITALIA5 luglio 2017
Bandiera dell'Europa, francescomaria tuccillo

Francescomaria Tuccillo a Brescia: “Cambiare l’Italia per cambiare l’Europa”

Fabio Gallo12 giugno 2017
Basilica romana di San Marco Evangelista

Al Vicario di Papa Francesco Angelo De Donatis l’augurio della “Paolo di Tarso”

Fabio Gallo30 maggio 2017
Angelo ventimiglia-magna graecia-arte

Angelo Ventimiglia: artista di talento ritrova il Tempo che fu della Bellezza

Redazione ComunicareITALIA13 maggio 2017
Biennale Dieta Mediterranea - alcuni dei sottoscrittori del Manifesto Costituente

La Dieta Mediterranea e i Diritti Umani al Cibo Sano hanno la loro Biennale. Sottoscritta la Costituente

Fabio Gallo28 aprile 2017
castello corigliano dotranto biennale

La Costituente della Biennale della Dieta Mediterranea a Corigliano D’Otranto in Puglia

Redazione ComunicareITALIA16 aprile 2017
cetraro, bellezza del sacro,patrimonio culturale

Cetraro “Eterna Bellezza” presenta la Digitalizzazione del suo Patrimonio Culturale: un Capolavoro!

Redazione ComunicareITALIA31 marzo 2017
Da Sx l’Ambasciatrice di Malta, Vanessa Frazier, rappresentante permanente al WFP e il Direttore Esecutivo del World Food Programme Ertharin Cousin 
Photo: WFP/Giulio d’Adamo

L’APP della Dieta Mediterranea “MDiet” nella sede centrale del World Food Programme (PAM – Programma Alimentare Mondiale)

Redazione ComunicareITALIA15 marzo 2017
giorgio-benvenuto

Nasce il progetto “Articolo 1”: l’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro.

Redazione ComunicareITALIA7 marzo 2017
vanessa frazier - dieta mediterranea - malta - italia

APP della Dieta Mediterranea alla FAO con il sostegno del Governo Maltese ad una Rete Internazionale

Redazione ComunicareITALIA5 febbraio 2017
biennale-diritti umani-cibo sano-pace

Dieta Mediterranea: lo scienziato Alberto Fidanza; io c’ero. Ora, la Memoria della “vera verità”

Redazione ComunicareITALIA24 gennaio 2017
Da sx: Mariella Russo, Nico D'Ascola Presidente Commissione Giustizia del Senato, Adriana Musella

Premio Giorgio Ambrosoli ad Adriana Musella e Mariella Russo dell’Università Antimafia di Limbadi

Redazione ComunicareITALIA16 gennaio 2017
silvia-lanzafame-sandra-giudiceandrea

Diritti Umani all’apprendimento: in Calabria apre il Laboratorio Specialistico AID

Redazione ComunicareITALIA16 dicembre 2016
Silvia Lanzafame - dislessia-aid

Silvia Lanzafame: a Rossano apre Sportello AID. La Dislessia ha il suo sostegno al “Majorana”

Redazione ComunicareITALIA28 novembre 2016