APERTURA

Polo per la Digitalizzazione dei Beni Librari e Beni Culturali attivo a Cosenza con successo

a cura della Redazione/

Nasce il “Polo per la Digitalizzazione dei Beni Culturali e Beni Librari manoscritti, antichi e rari” da una grande storia e dal cuore del Centro di Alta Competenza CONNESSIONI che sorge da un protocollo tra la Biblioteca Nazionale di Cosenza e la Fondazione Culturale “Paolo di Tarso” di Roma che da alcuni anni ha aperto sede operativa anche a Cosenza.

IL “POLO PER LA DIGITALIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E BENI LIBRARI” NASCE DA 20 ANNI DI ESPERIENZA
A sviluppare l’istituzione del Polo sono stati i venti anni di esperienza nel campo della Digitalizzazione di Beni Culturali maturati dalla Fondazione Culturale “Paolo di Tarso”. La proposta giunge dal responsabile dell’Area Progetti Fabio Gallo noto per avere ideato e promosso la digitalizzazione di Beni Librari di pregio attraverso l’utilizzo del formato 35mm, grazie ad un progetto pilota finanziato dall’ICCU – Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane e per le Informazioni Bibliografiche.  Un progetto divenuto celebre per avere consentito al ministro dei Beni Culturali dell’epoca Rocco Buttiglione, di inaugurare il Parco della Musica di Roma il 21 dicembre 2005 con l’esposizione dei Codici Rari provenienti dall’archivio musicale del Sommo Pontefice custodito dal Capitolo Lateranense nella Basilica San Giovanni in Laterano di Roma. Tra i codici esposti innanzi agli ospiti internazionali, i “rari” manoscritti 56 e 59 di Giovanni Pierluigi da Palestrina, per la prima volta visibili in chiave digitale e sfogliabili grazie ad una Digital Library realizzata dalla stessa Fondazione, che sbalordì i tecnici per approccio estetico, qualità delle immagini e velocità di sfoglio. Nelle foto per gentile concessione della Fondazione Culturale “Paolo di Tarso”, il Presidente della Fondazione Luana Gallo, la coordinatrice del progetto  Eleonora Cafiero e lo storico dell’Arte Viviana Normando, nella sala dello sfoglio delle opere digitalizzate.

Inaugurazione del Parco della Musica di Roma con esposizione di Beni Librari rari manoscritti

Inaugurazione del Parco della Musica di Roma con esposizione di Beni Librari rari manoscritti

Inaugurazione del Parco della Musica di Roma con esposizione di Beni Librari rari manoscritti

Inaugurazione del Parco della Musica di Roma con esposizione di Beni Librari rari manoscritti. Postazione della Digital Library della Fondazione “Paolo di Tarso”

Inaugurazione del Parco della Musica di Roma con esposizione di Beni Librari rari manoscritti

Inaugurazione del Parco della Musica di Roma con esposizione di Beni Librari rari manoscritti

Inaugurazione del Parco della Musica di Roma con esposizione di Beni Librari rari manoscritti

Inaugurazione del Parco della Musica di Roma con esposizione di Beni Librari rari manoscritti. Il Presidente della Fondazione Luana Gallo con Eleonora Cafiero e Viviana Normando

IL POLO PER LA DIGITALIZZAZIONE dei beni Librari e Culturali COLMA UN VUOTO STRATEGICO
L’ideazione da parte di Fabio Gallo del processo digitale da Reflex 35 mm con ottiche intercambiabili nel 2003 ha rivoluzionato il processo di digitalizzazione sostituendo al lento, complesso e obsoleto meccanismo degli scanner, un processo di ripresa e scatto di altissima qualità e 30 volte superiore in velocità che, unito a particolari processi tecnici, hanno dato vita ad uno “standard” preso a modello dall’attuale industria ma che resta una “capacità tecnica esclusiva” della Fondazione “Paolo di Tarso”. Dopo anni, l’industria che crea gli strumenti della Digitalizzazione di beni librari utilizza il sistema di ripresa da Reflex 35mm ideato da Fabio Gallo, manifestando ancora limiti di ripresa su determinati formati che, invece, sono superati con l’adozione dello standard che oggi grazie al Centro di Alta Competenza CONNESSIONI, Fabio Gallo sta trasmettendo a giovani professionisti, colmando il vuoto strategico generato dalla mancanza di trasferimento di competenze in un settore strategico.

Beni Librari "rari" digitalizzati dalla Fondazione Culturale "Paolo di Tarso" nell'anno 2003 grazie al sostegno finanziario dell'ICCU

Beni Librari “rari” digitalizzati dalla Fondazione Culturale “Paolo di Tarso” nell’anno 2003 grazie al sostegno finanziario dell’ICCU

Beni Librari "rari" digitalizzati dalla Fondazione Culturale "Paolo di Tarso" nell'anno 2003 grazie al sostegno finanziario dell'ICCU

Beni Librari “rari” digitalizzati dalla Fondazione Culturale “Paolo di Tarso” nell’anno 2003 grazie al sostegno finanziario dell’ICCU

Beni Librari "rari" digitalizzati dalla Fondazione Culturale "Paolo di Tarso" nell'anno 2003 grazie al sostegno finanziario dell'ICCU

Beni Librari “rari” digitalizzati dalla Fondazione Culturale “Paolo di Tarso” nell’anno 2003 grazie al sostegno finanziario dell’ICCU

Beni Librari "rari" digitalizzati dalla Fondazione Culturale "Paolo di Tarso" nell'anno 2003 grazie al sostegno finanziario dell'ICCU

Beni Librari “rari” (passionari) digitalizzati dalla Fondazione Culturale “Paolo di Tarso” nell’anno 2003 grazie al sostegno finanziario dell’ICCU

DOPO 20 ANNI STUPISCE L’ELEVATA QUALITA’ DELLA PRIMA DIGITALIZZAZIONE REALIZZATA DALLA “PAOLO DI TARSO”
Oggi suscita stupore vedere la qualità del primo progetto di digitalizzazione realizzato dalla Fondazione in collaborazione con ICCU. “Illuminazione, tavolo di lavoro, sostegno delle reflex, sistema di scatto, qualità delle ottiche e altro – afferma Fabio Gallo – sono parte del lavoro necessario, ad esempio per i Codici rari, perché possa riprodursi la sensazione di avere innanzi una dimensione tridimensionale della carta che allo sfoglio appare naturale. Non ho fatto altro – ha affermato Fabio Gallo – che ricercare la tecnica migliore per assicurare a chi sfoglia un libro digitale, di vivere emozione e sensazione tattile che si prova con il libro di carta tra le mani”.

nell'Archivio del Capitolo Lateranense (Vaticano - giugno 2003)

Fabio gallo al lavoro nell’Archivio del Capitolo Lateranense (Vaticano – giugno 2003)

Fabio Gallo con il Giornalista Orazio La Rocca, vaticanista de "La Repubblica" nell'Archivio del Capitolo Lateranense con il Codice manoscritto "rari" n° 56 di Giovanni Pier Luigi da palestrina (Vaticano - giugno 2003)

Fabio Gallo con il Giornalista Orazio La Rocca, vaticanista de “La Repubblica” nell’Archivio del Capitolo Lateranense con il Codice manoscritto “rari” n° 56 di Giovanni Pier Luigi da palestrina (Vaticano – giugno 2003)

polo per la digitalizzazione dei beni librari e beni culturali-centro di alta competenza connessioni-fabio gallo-eleonora cafiero

Vaticano – Archivio del Capitolo Lateranense (Luglio 2003) Da Sx: la coordinatrice del progetto Eleonora Cafiero., lo storico dell’Arte Viviana Normando, Silvia Lanzafame (tirocinante)

Beni Librari "rari" digitalizzati dalla Fondazione Culturale "Paolo di Tarso" nell'anno 2003 grazie al sostegno finanziario dell'ICCU

Beni Librari “rari” digitalizzati dalla Fondazione Culturale “Paolo di Tarso” nell’anno 2003 grazie al sostegno finanziario dell’ICCU

LE LACUNE DELL’INDUSTRIA SUPERATE DALLO STANDARD
Nei lavori di Digitalizzazione affidati al “Polo” oltre agli scanner planetari di ultima generazione, viene sempre allestito il tavolo di ripresa che utilizza quello che possiamo definire il “metodo Gallo” che assicura, come sopra accennato, la possibilità di ripresa anche di formati straordinari rispetto ai sistemi industriali (vedi link delle mappe). E’ questo il metodo che Fabio Gallo, quale direttore del Centro di Alta Competenza CONNESSIONI, sta trasferendo a professionisti sia specificatamente provenienti dal mondo della Fotografia digitale, che della Storia dell’Arte e del trattamento di Beni Librari in genere. Il Polo, infatti, è anche formazione.

Beni Librari "rari" digitalizzati dalla Fondazione Culturale "Paolo di Tarso" nell'anno 2003 grazie al sostegno finanziario dell'ICCU. Nella foto il dorso del codice manoscritto "rari" n° 56 di Giovanni Pier Luigi da Palestrina

Beni Librari “rari” digitalizzati dalla Fondazione Culturale “Paolo di Tarso” nell’anno 2003 grazie al sostegno finanziario dell’ICCU. Nella foto il dorso del codice manoscritto “rari” n° 56 di Giovanni Pier Luigi da Palestrina

Il “Polo per la Digitalizzazione dei Beni Culturali e Beni Librari manoscritti, antichi e rari” – afferma Fabio Gallo – se pur ispirato dalle competenze e dall’esperienza di settore, nasce per offrire un servizio altamente professionale nel campo della Digitalizzazione nel momento in cui si rischia di perdere milioni di libri che vogliamo assicurare alle future generazioni per le quali desideriamo prodigarci perché venga loro offerto il diritto allo studio e alla conoscenza che proviene sempre dalla grande eredità culturale del passato”. Dopo una brillante carriera nel mondo dell’Arte, Fabio Gallo diventa antropologo del mondo digitale ed esperto di intelligenza connettiva e gestione della conoscenza.

Fabio Gallo oggi con un gruppo di esperti del Centro di Alta Competenza CONNESIONI. Da Sx: Vincenzo Zicaro, Eleonora Cafiero, Fabio Gallo, Elena Capocasale, Mario Timpano

Fabio Gallo oggi con un gruppo di esperti del Centro di Alta Competenza CONNESIONI. Da Sx: Vincenzo Zicaro, Eleonora Cafiero, Fabio Gallo, Elena Capocasale, Mario Timpano

Il successo delle sue idee sul futuro della tecnologia al servizio della società civile lo ha portato a diventare relatore principale in numerose conferenze nel mondo accademico e in contesti tecnici come quello proposto dall’Associazione “Alumni Bocconi” sul tema “Turismo e nuove tecnologie”  e sul tema “Nuove tecnologie, nuove relazioni” al fianco di Derrick De Kerckhove nel convegno sul tema della 43ª Giornata Mondiale per le Comunicazioni Sociali svoltosi a Roma presso la Pontificia Università Lateranense. Fabio Gallo ha fondato il DIGITAL CULTURAL HERITAGE MUSEUM “ITALIA EXCELSA” e le sue immagini godono di elevate quotazioni da parte dell’Esperto del Giudice del Tribunale Civile di Roma. Il capitale sociale della Fondazione Culturale “Paolo di Tarso”, infatti, è costituito da sue opere d’arte fotografica quotate.

Utilizzare i tasti ← → (freccia) per navigare

Click to add a comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in APERTURA

Eleonora Cafiero Coordinatrice del Centro di Alta Competenza CONNESSIONI al Museo d'Arte Contemporanea Roberto Bilotti Ruggi d'Aragona di Rende

Rinasce il Museo d’Arte Contemporanea della Città Storica di Rende. Eleonora Cafiero: se ne occuperà CONNESSIONI

Redazione ComunicareITALIA26 ottobre 2022
Teatro dei Fliaci-cosenza

Cultura, a Cosenza apre il “Teatro dei Fliaci”. Fabio Gallo: felice di sostenerne la nascita

Fabio Gallo21 ottobre 2022
AID - Associazione Italiana Dislessia

Dislessia e DSA: una sfida professionale. L’evento di AID per istituzioni, esperti e famiglie, domani a Rende

Fabio Gallo7 ottobre 2022
MAB - Museo all'Aperto Bilotti di Cosenza - Immagini del Centro di Alta Competenza CONNESSIONI dal Metaverso Cosenza diretto da Fabio Gallo

Al MAB-Museo all’Aperto Bilotti “digitale” di Cosenza il plauso della critica Nazionale. Fabio Gallo: “grato”

Fabio Gallo6 ottobre 2022
metaversocosenza-fabio gallo-centro di alta competenza connessioni-eleonora cafiero

A Cosenza un “Ecosistema Digitale della Cultura” per oltre 2000 anni di storia e bellezza

Fabio Gallo23 settembre 2022
Roberto Bilotti - Michelangelo Pistoletto

Roberto Bilotti con il “Terzo Paradiso” di Michelengelo Pistoletto approda a Rende

Viviana Normando23 settembre 2022
Ecosistema Digitale della Cultura " Dipignano Sacra"

La “Dipignano Sacra” entra nel Museo Digitale Italiano “Italia Excelsa”

Fabio Gallo10 settembre 2022
fabio-gallo-movimento-noi-2

Teatro Rendano, Fabio Gallo: “nessuna risposta alle mie richieste di trasparenza? Ecco la lettera. Giudicheranno i cittadini. Tutelo Teatro e lavoratori

Redazione ComunicareITALIA22 agosto 2022
Cosenza-mab-bilotti-testa di medusa-giacomo manzu-fabio gallo-centro di alta competenza connessioni-metaverso

L’IO NON CI STO di Fabio Gallo scuote la coscienza civica di Cosenza. “Così muore tutto”

Redazione ComunicareITALIA14 agosto 2022
Ecosistema Digitale della Cultura CALABRIA EXCELSA

Fabio Gallo: presto in rete l’Ecosistema Digitale della Cultura della Calabria

Fabio Gallo31 luglio 2022
Il tenore Federico Veltri

Fabio Gallo ospite del Summer Music Camp: “esperienza formativa di altissimo livello. Grazie a Federico Veltri”

Redazione ComunicareITALIA22 luglio 2022
Polo per la Digitalizzazione dei Beni Librari antichi e manoscritti

A Cosenza il Polo per la Digitalizzazione dei Beni Librari antichi e manoscritti

Fabio Gallo19 luglio 2022
3x21sognidisaveria2 - Da Sx: Francesca Ruberto, Silvia Lanzafame, Stefania Perrotta, Linda Capocasale, Ileana Ferraro, Sinvia Vanzillotta, Monica Mollame

Successo per “3X21 LIMITLESS” il progetto pilota in Italia che parte da Cosenza. Grazie a tutti!

Redazione ComunicareITALIA1 luglio 2022
officina delle arti

Officina delle Arti a Cosenza: Consiglieri e Delegati a lavoro.

Redazione ComunicareITALIA28 giugno 2022
Il Teatro Officina delle Arti di Eduardo Tarsia

Crisi Teatri a Cosenza. Fabio Gallo: Officina delle Arti già digitalizzata e inserita nel MetaversoCOSENZA.

Redazione ComunicareITALIA19 giugno 2022
Il Teatro di Tradizione Alfonso Rendano di Cosenza

Fabio Gallo: a Cosenza chiudono i Teatri. La politica ha le sue responsabilità. Il Rendano sia d’esempio

Fabio Gallo13 giugno 2022
Opera di Cornelia Parker

Arte, le mostre e gli eventi da non perdere quest’estate

Redazione ComunicareITALIA12 giugno 2022
MAB - Museo all'Aperto Bilotti

Roberto Bilotti a Cosenza ospite del Centro di Alta Competenza CONNESSIONI

Redazione ComunicareITALIA26 maggio 2022
Scorta Civica per Nicola Gratteri

Istituita la “Scorta Civica” per Nicola Gratteri. Venerdì il primo sit-in a Catanzaro.

Redazione ComunicareITALIA10 maggio 2022
Festival della Scienza - Liceo Scientifico "G. Berto" - Vibo Valentia

Il Festival della Scienza di Vibo invita Fabio Gallo ideatore di MetaversoCOSENZA

Redazione ComunicareITALIA29 aprile 2022
Fabio Gallo e Antonietta Cozza

Cosenza, Teatro Rendano: i Delegati Fabio Gallo e Antonietta Cozza incontrano dirigenti e funzionari del Comune

Redazione ComunicareITALIA28 aprile 2022
Biblioteca Nazionale di Cosenza

Fabio Gallo: a Cosenza si torna a parlare di Cultura e Belle Arti senza perimetri

Redazione ComunicareITALIA14 aprile 2022
MetaversoCOSENZA - Ecosistema Digitale della Cultura

MetaversoCOSENZA l’immersione innovativa nei Beni Culturali piace all’Università e alla ricerca

Redazione ComunicareITALIA12 aprile 2022
Fabio Gallo-delegato dal Sindaco di Cosenza all'Ecosistema Digitale della Cultura

Ecosistema Digitale della Cultura. A Fabio Gallo la delega del Comune di Cosenza

Viviana Normando4 aprile 2022
Da sx: Fabio Gallo - Franz Caruso

Franz Caruso: Fabio Gallo all’Ecosistema Digitale della Cultura e Consulente del Sindaco per il Teatro

Redazione ComunicareITALIA1 aprile 2022
Teatro Alfonso Rendano - Foto Aerea di Mario Timpano

La “Paolo di Tarso” su comunicato stampa della Consigliera comunale di Cosenza Alessandra Bresciani

Redazione ComunicareITALIA25 marzo 2022
MetaversoCOSENZA - Ecosistema Digitale della Cultura

MetaversoCOSENZA, boom di visite e interesse culturale e scientifico

Redazione ComunicareITALIA19 marzo 2022
metaversocosenza-massimodebuono-fabiogallo-bncs

Grande successo per l’inaugurazione di MetaversoCOSENZA, Ecosistema Digitale della Cultura

Redazione ComunicareITALIA17 marzo 2022
MetaversoCOSENZA

La città di Cosenza ha il suo ecosistema digitale della Cultura. Si chiama MetaversoCOSENZA

Redazione ComunicareITALIA8 marzo 2022
Olimpiadi della Cultura e delle Belle Arti

Istituite le “Olimpiadi della Cultura e delle Belle Arti”. Martedì la sottoscrizione a Cosenza

Redazione ComunicareITALIA20 febbraio 2022