PRIMO PIANO

La lettera di Enrichetta Bertini al “Pugliese – Ciaccio” di Catanzaro

Ospedale Pugliese Ciaccio di Catanzaro

Ospedale Pugliese Ciaccio di Catanzaro

a cura di Eleonora Cafiero/

Enrichetta, cosentina di origine, è una donna, moglie, mamma, che ha vissuto fino a qualche anno fa, una vita normale fino a quando, un giorno del 2017, si accorge che qualcosa non andava, che qualcosa in lei era cambiato. Scopre di avere un carcinoma al seno. Una sera, ospite a cena a casa mia, nel periodo pre-lockdown, mi chiese se potevo aiutarla a pubblicare una lettera, sapendo che collaboro con le Testate Giornalistiche del Gruppo ComunicareITALIA, perché ci teneva a ringraziare tutto il personale e l’equipe del reparto di Oncologia dell’Ospedale “Pugliese – Ciaccio” di Catanzaro. Qualche giorno fa, finalmente, l’ho raggiunta a casa. La lettera di Enrichetta che pubblichiamo qui a seguire, così come riferito da lei stessa, vuole essere anche un messaggio di speranza e di fiducia rivolto ai tanti calabresi che sempre più spesso, ormai, partono dalla propria terra, la Calabria, sfiduciati da una sanità ridotta allo sbando. “In un periodo in cui la sanità pubblica viene messa in discussione, mi ha detto Enrichetta-, ci tenevo tantissimo a ringraziare quanti invece fanno il loro dovere, tutti i giorni, con impegno, serietà, professionalità ed altruismo e a dire a tutti che anche in Calabria ci sono, se pur magari poche, strutture che funzionano e che non hanno nulla da invidiare ad altre del Nord“. Prima di passare al testo integrale della lettera di Enrichetta, è doveroso sottolineare che il reparto di Oncologia medica dell’Azienda Ospedaliera “Pugliese – Ciaccio” di Catanzaro, è un importante riferimento regionale per il trattamento dei tumori, una unità operativa complessa S.O.C. inserita all’interno del Dipartimento Onco-ematologico che svolge attività di diagnosi e cura delle malattie neoplastiche attraverso attività di tipo epidemiologico, diagnostico e terapeutico in regime di ricovero ordinario, di Day Hospital, di Terapia sub-intensiva ed ambulatoriale. Per quanto concerne i tumori della mammella e per i tumori del colon-retto, la struttura partecipa a programmi clinico-terapeutici innovativi attraverso la sua adesione a trial clinici di fase 1 e 2 nazionali ed internazionali.

tumore-al-seno

LA LETTERA DI ENRICHETTA BERTITNI

“Non so da dove iniziare e come…ho pensato e ripensato in tutto questo tempo cosa dire e come dirlo, una cosa era ed è certa, questa mia lettera vuole essere qualcosa di positivo ed un ringraziamento a chi quotidianamente ci mette professionalità ma anche il cuore nel lavoro che fa. Sono una paziente oncologica e mi sono sottoposta alle cure del caso presso il reparto specialistico dell’Ospedale “Pugliese – Ciaccio” di Catanzaro. Con questa mia testimonianza, voglio far comprendere quanto sia prezioso il lavoro di chi quotidianamente si “sporca le mani”, ma, vuole essere anche un messaggio a tutte le Donne, per far comprendere loro quanto sia importante e fondamentale fare sempre i controlli. Infatti, se forse non avessi tardato e avessi fatto anche io i controlli, la diagnosi l’avrei potuta anticipare di molto. Ma torniamo a noi. Un giorno del 2017, palpandomi da sola il seno, mi accorsi che qualcosa non andava, avevo già capito. Prenoto subito una visita di controllo, una mammografia, dal dott. Alfredo Zanolini a Cosenza. Alla fine della visita, mi da la diagnosi, carcinoma al seno, già di 4cm, e mi indica l’iter da seguire. Cosa dire… da allora tutto è un pò cambiato. Chiamo subito mio fratello, urologo al San Raffaele di Milano, mi reco li per fare tutti i dovuti controlli che, si trovano con quanto già dettomi dal dottore Zanolini a Cosenza. Non sono stata sottoposta ad intervento per un motivo ben specifico che a volte può sembrare banale ma non lo è: quando ci sono in circolo delle metastasi bisogna decidere che tipo di chemio bisogna fare ma non si opera. Dopo aver terminato tutti gli esami e le visite, i medici dell’ospedale San Raffaele mi dissero che a Cosenza gli unici poli riconosciuti a livello Nazionale erano quello di Germaneto ed il “Pugliese Ciaccio” entrambi a Catanzaro. Spettava dunque a me decidere dove andare. Dopo alcune valutazioni, insieme a mio fratello decisi di affidarmi al “Pugliese – Ciaccio” di Catanzaro. Arrivai il 30 marzo del 2017,  avevo appuntamento con il dott. Stefano Molica, allora primario ora direttore del reparto, il quale, dopo aver visto i vari documenti del San Raffaele di Milano mi affidò alla dottoressa Rosanna Mirabelli suo braccio destro. Mi ricoverarono. In stanza ero da sola e avevo tutto ciò che mi serviva, non mi mancava nulla. Mi affidarono per le varie analisi alla dottoressa Alessia Vatrano persona per davvero molto affabile. In verità, sono stata fortunata, perché ho trovato delle persone eccezionali ed una struttura pulita e ben organizzata. Tutti per davvero sempre molto disponibili e gentili. Ricordo che una sera non volevo disturbare gli infermieri e quando non ho potuto farne più a meno ho suonato il campanello, l’infermiere è arrivato subito e mi disse che non dovevo farmi alcun problema perché loro erano lì per fare il proprio lavoro il proprio dovere, assistere i pazienti. Durante il ricovero ho fatto il mio primo ciclo di chemioterapia, è inutile dire che non è stata una passeggiata…. Poi feci la radioterapia, un ciclo per la colonna vertebrale, con il dottore Emanuele Cervo, una grande persona. E sì, perché non basta essere “solo”  bravi medici, è indispensabile che il medico sia una persona che si ricordi che noi pazienti non siamo il numero che ci identifica sul bracciale o sulla pratica di  ricovero, siamo delle persone anche noi, con delle storie, dei vissuti, delle paure, ma le paure e le tristezze possono diventare speranze e l’angoscia procurata dalla malattia superata grazie anche alla presenza di medici che in tutto questo ci mettono per davvero il cuore oltre che la loro grande professionalità. I cicli si sono susseguiti costantemente perché non ho mai smesso, nel senso che dopo la fine del ricovero ho continuato e continuo tutt’ora, anche se in Day Hospital, i cicli di chemio. Devo dire che anche durante il Day Hospital, ho conosciuto persone disponibili, affabili e gentili e tra queste, vorrei ricordare tre infermiere in modo particolare Danuta, Soraya e Giovanna donne splendide, meravigliose. Inoltre, ho avuto modo di conoscere la dottoressa Erminia Naso, la dottoressa Fabiola Rizzuto e il dottore Guido Carillio, della Struttura Operativa Complessa di Oncologia, inserita all’interno del Dipartimento Onco-ematologico ed allocata presso il Presidio “Ciaccio – De Lellis” tutte persone splendide oltre che bravissimi professionisti. Nel mio periodico andirivieni da quel nosocomio, ho potuto notare come tutto il personale, medico e paramedico, si dedichi con grande professionalità, pazienza ed umanità, all’accoglienza e alla cure dei pazienti. Potere oggi pubblicare questa mia testimonianza mi ha reso per davvero molto felice e di questo voglio ringraziare la Testata Giornalistica ComunicareITALIA, per avere accolto questa mia lettera perché ci tenevo per davvero tanto a rivolgere pubblicamente un profondo ringraziamento a tutto il personale medico e paramedico del “Pugliese-Ciaccio” e del Presidio “De Lellis” per l’impegno, la competenza, la preparazione professionale, ma soprattutto per l’esempio di grande umanità che oggi non frequentemente si riscontra nelle strutture sanitarie. In modo speciale vorrei ringraziare e non smetterò mai di farlo la dottoressa Rosanna Mirabelli e il dottore Stefano Molica.
Concludo dicendo che siamo fortunati, perché questo ospedale è ricco di umanità, oltre che di professionalità e che dobbiamo sempre ricordare che la differenza la fanno le persone ed io, porto nel mio cuore le persone che hanno mostrato il loro di cuore. Professionisti eccezionali, persone preparate che sono e fanno la differenza. Non lasciamoli mai soli. Grazie!”

Enrichetta

Utilizzare i tasti ← → (freccia) per navigare

Click to add a comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in PRIMO PIANO

storia-servizio-sanitazio-nazionale

Cosenza: Sanità nel panico. Eccellenze neutralizzate da sistema marcio?

Redazione ComunicareITALIA13 agosto 2020
IM_Camera_dei_Deputati-2-1-decretorilancio

Dl Rilancio, pacchetto da 55 miliardi: dal Superbonus 110% al fondo perduto per partite Iva

Redazione ComunicareITALIA10 luglio 2020
virologo andrea crisanti

Coronavirus, Crisanti: «Emergenza sottovalutata. In Italia 450 mila casi. Questo è un fallimento»

eleonora26 marzo 2020
Associazione Felici e Conflenti

“Arte in Natura” tra Comunicazione Digitale e Musica a Parco Bombarda.

Redazione ComunicareITALIA30 agosto 2019
Progetto Arte e Natura a Parco Bombarda di Martirano Lombardo in Calabria

Arte in Natura a Martirano Lombardo. L’Arte torna dove tutto è iniziato

Redazione ComunicareITALIA28 agosto 2019
Chiesa di San Domenico - Cosenza Città Storica

Sergio Nucci di “Salotto 12”: venti anni di concerti nella storica Cosenza

Redazione ComunicareITALIA31 dicembre 2018
turismo musicale

Turismo musicale, Italia meta preferita davanti a Germania.

Redazione ComunicareITALIA6 dicembre 2018
1200px-Anguillara_con_battello

Nuove bandiere tricolore per il Comune. Anguillara Sabazia per il decoro e la dignità del Tricolore.

Redazione ComunicareITALIA27 settembre 2018
elia-fiorenza

Pazzano, presentazione del libro di Elia Fiorenza: “L’Eremo di Santa Maria della Stella”

Redazione ComunicareITALIA16 agosto 2018
Arcangelo Badolati - Giornalista e Scrittore

Arcangelo Badolati: “Santisti & ‘Ndrine. Narcos, massoni deviati e killer a contratto”

Redazione ComunicareITALIA20 luglio 2018
0-tortora-colle-palecastro-antica-blanda

Tortora: una cittadina immersa tra archeologia e spiagge incantevoli

Redazione ComunicareITALIA15 luglio 2018
fabio-gallo-francesconole-dariofranceschini-cosenzacristiana

Fabio Gallo: COSENZA CRISTIANA piace al Ministro che finanzia la Città Storica di Cosenza

eleonora16 dicembre 2017
aid-dislessia-eventi-ottobre

Dislessia: al via la 2° Edizione della Settimana Nazionale in 87 Città Italiane

Redazione ComunicareITALIA2 ottobre 2017
roberto mendicino

Arte: Roberto Mendicino espone al Settembre Rendese

Redazione ComunicareITALIA25 settembre 2017
Il Fotografo Peppe Tuccillo

Peppe Tuccillo: il Fotografo di Napoli, del Silenzio, dello Sguardo

Redazione ComunicareITALIA12 giugno 2017
borgoinfesta

Borgoinfesta: la Notte delle 100 Chitarre e Migranti 2.0 chiudono con successo la 13esima edizione

Redazione ComunicareITALIA6 giugno 2017
Il Rotary Club Montalto Uffugo Valle del Crati

La lunga notte per i Giovani del Rotary. Si è parlato di Diritti Umani al Cibo Sano e all’apprendimento

Redazione ComunicareITALIA1 giugno 2017
Aldo Moro

In scena “Verità Nascosta”: l’Opera da camera in due parti del compositore

Redazione ComunicareITALIA3 maggio 2017
La Giornata della Terra

Giornata della Terra (Earth Day) dedicata alla Costituente della Biennale della Dieta Mediterranea

Redazione ComunicareITALIA20 aprile 2017
L'Ingegnere Francesco Errante

Avvistamenti UFO a Cosenza. Identici a quelli di Sant Feliu de Llobregat in Spagna

Redazione ComunicareITALIA25 marzo 2017
amarosilano

Amaro Silano: quando la pubblicità è indovinata fa esplodere la rete.

Redazione ComunicareITALIA17 marzo 2017
Il Pianista Francesco Grillo

Musica Jazz a Cosenza con il compositore Francesco Grillo

Redazione ComunicareITALIA28 febbraio 2017
roberto mendicino, cultura, cosenza, biblioteba nazionale

I Deserti dell’Anima: l’Evento della Cultura nella Biblioteca Nazionale a Cosenza

Redazione ComunicareITALIA27 febbraio 2017
Mario Lo Gullo - Foto Rosanna Angiulli

Mario Lo Gullo presenta “Informazione e comunicazione commerciale in Calabria 2”

Redazione ComunicareITALIA25 febbraio 2017
Prof. Avvocato Nicola Gasparro

Nicola Gasparro: l’ostetrica, compiti e responsabilità

Redazione ComunicareITALIA25 gennaio 2017
kaki-divano-srl

Kaki DIVANO chiude in positivo

Redazione ComunicareITALIA9 gennaio 2017
fumetto-san-francesco-ci-ho

Successo per il libro di fumetti dedicati ai miracoli di San Francesco di Paola

Redazione ComunicareITALIA12 dicembre 2016
add-alessandro-di-donna

Plastic Life, il nuovo singolo di ADD diretto da Jacopo Sica entra su Spotify ed Apple Music

Redazione ComunicareITALIA8 dicembre 2016
francescoerrante

Francesco Errante: Comunichiamo per essere Liberi!

Redazione ComunicareITALIA24 novembre 2016
Mons. Renzo Giuliano

Auguri a Mons. Renzo Giuliano: 40 anni di Sacerdozio tra Arte, Fede, Scienza e Diritti Umani

Redazione ComunicareITALIA23 ottobre 2016