BENI CULTURALI

Fino al 21.6 Potere e Pathos. Bronzi ellenistici a Palazzo Strozzi a Firenze

Se uno non conoscesse le incredibili vicissitudini che hanno portato le statue di bronzo greche e romane ai giorni nostri, potrebbe prendere la mostra di Palazzo Strozzi come una bella mostra di scultura antica. Ma leggendo i testi che accompagnano le opere nel percorso espositivo ci troviamo di fronte a ritrovamenti eccezionali di opere d’arte che il più delle volte, poiché in bronzo, furono fuse per farne armi o altre opere d’arte, come il celebre caso della decorazione del soffitto dell’atrio del Pantheon a Roma, fuso per volere di papa Urbano VIII Barberini per dare a Bernini la materia prima per il maestoso baldacchino di San Pietro. Statue quindi che quando scamparono il pericolo del fuoco trovarono quello dell’oblio, che le ha gettate nei pozzi, affondate con le navi nel Mediterraneo, seppellite con le epoche che rappresentavano. Tanto più eccezionale è dunque fare una mostra di bronzi dell’età ellenistica, ovvero del periodo in cui la Grecia era Alessandro Magno e l’Asia (fino all’India) i suoi confini, in un arco cronologico che ha il suo apice nel IV secolo a.C. e dura fino all’età di Augusto. L’arte ellenistica è l’arte alessandrina, in cui subentrano i capolavori di Lisippo a dare dinamismo e pathos alla scultura creando modelli che saranno ripetuti per secoli come canoni di un certe genere ritrattistico, amato dalla Roma repubblicana e imperiale che declinò in forme più realiste e pragmatiche tale arte.

Ad accoglierci in mostra l’Arringatore del Museo archeologico di Firenze, che ci saluta come salutava la folla prima dell’orazione ai suoi tempi, da dietro il piedistallo di una statua mancante, oggetto di una caccia al tesoro nel museo che accomuna i partecipanti – grandi e piccoli – a Sherlock Holmes (una delle diverse attività pensate a completamento della mostra). A seguire troviamo il magnifico Alessandro Magno a cavallo dal Museo Archeologico di Napoli, e così via riuniti alcuni tra i maggiori capolavori del mondo antico provenienti dai più importanti musei archeologici italiani e internazionali come il British Museum di Londra, il Metropolitan Museum of Art di New York, la Galleria degli Uffizi e il Museo Archeologico Nazionale di Firenze, il Kunsthistorisches Museum di Vienna, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, il Museo Archeologico Nazionale di Atene, il Museo Nazionale Georgiano, il Musée du Louvre di Parigi e i Musei Vaticani. Tra le rarità di questa mostra la possibilità di vedere affiancati l’Apoxyomenos di Vienna in bronzo e la versione in marmo degli Uffizi utilizzata per il suo restauro; i due Apollo-Kouroi, arcaistici conservati al Louvre e a Pompei. Benché spesso confrontate su carta, finora nessuna delle coppie era mai stata esposta fianco a fianco.

Una mostra dunque unica nel suo genere, frutto di una programmazione internazionale di altissima qualità a cui Palazzo Strozzi ci ha ormai abituato. Come sempre, alla Strozzina, il centro di arte contemporanea nel piano – 1 del palazzo, è allestita una riflessione odierna sulla scultura, Anche le sculture muoriono, a cura di Lorenzo Benedetti e visitabile fino al 26 luglio.

Maria Stella Bottai

Utilizzare i tasti ← → (freccia) per navigare

Click to add a comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in BENI CULTURALI

Il Maestro Gianluca Nava

Gianluca Nava: attività di restauro regala alla Cattedrale di Cosenza opera di Borremans

Redazione ComunicareITALIA3 maggio 2017
Fabio Gallo

Fabio Gallo: partita da Otranto la Digitalizzazione del Patrimonio Culturale della Puglia. Un dono ai Giovani per il lavoro

Fabio Gallo7 ottobre 2016
Cella San Francesco di Paola

Aperta la Cella nella quale San Francesco ha risorto il nipote

Redazione ComunicareITALIA22 maggio 2016
sacra-famiglia-maratta, arte

Giubileo della Misericordia: Museo Digitale valorizza Bellezza e Bontà

Redazione ComunicareITALIA10 gennaio 2016
Basilica Santuario San Francesco da Paola

Santuario S. Francesco da Paola: successo della mostra dedicata a S. Nicola Saggio da Longobardi

Redazione ComunicareITALIA10 settembre 2015
FilipWolak-Whitney-KidsOpening-490-0658

La fruizione del museo. Come i nuovi Whitney e Cooper-Hewitt di New York dialogano con il pubblico

Stella Bottai27 agosto 2015
henri-matisse-ilparavento-moresco

Gli arabeschi di Matisse a Roma. Orientalismi di ieri e di oggi.

Stella Bottai8 marzo 2015
castel-santangelo-roma-vaticano

Castel Sant’Angelo a difesa dei Papi

Redazione ComunicareITALIA7 dicembre 2014
chiostro-dei-vassalletto-san-giovanni-laterano-roma-fabio-gallo-fotografia

Roma: il Chiostro dei Vassalletto in San Giovanni in Laterano

Redazione ComunicareITALIA7 dicembre 2014
noto-di-notte-barocco-duomo-fotografia-fabio-gallo

Noto: capitale barocca nella provincia di Siracusa

Redazione ComunicareITALIA6 dicembre 2014
roma-fori-imperiali-foto-fabiogallo

Roma, Caput Mundi, Città dell’Impero Romano

Redazione ComunicareITALIA6 dicembre 2014
matera-capitale-europea-cultura-2019-comunicareitalia

Matera, capitale europea della Cultura 2019

Redazione ComunicareITALIA18 settembre 2014
monte-santangelo

Beni Culturali, ben 5 milioni di euro per Monte Sant’Angelo

Redazione ComunicareITALIA23 agosto 2013
castrum-casa-san-paolo-comunicareitalia

Sulle tracce della casa di San Paolo

Redazione ComunicareITALIA30 giugno 2013
anagni-citta-dei-papi-duomo-foto-fabio-gallo

Anagni: la Città dei Papi, un capolavoro tra storia e mistero

Fabio Gallo3 maggio 2013
beniculturali-abbazia-montecassino-comunicareitalia

Abbazia di Montecassino: bene della Cultura e dello Spirito

Redazione ComunicareITALIA3 febbraio 2013
Sicilia, Porto Empedocle, la Scala dei Turchi

Sicilia:Porto Empedocle e la Leggenda della Scala dei Turchi

Fabio Gallo19 novembre 2010