TOP NEWS

Romano: L’eccidio di Tolosa? Non è solo antisemitismo

Mercoledì 28 Marzo 2012 – È possibile che l’eccidio alla scuola ebraica di Tolosa, alla fine delle indagini, venga classificato nella categoria degli eventi anomali, privi di qualsiasi logica, sia pure perversa. L’evento, in ultima analisi, assomiglierà soprattutto al massacro di 91 persone nell’isola norvegese di Utoya il 22 luglio 2011 e alla più recente scorribanda assassina del sergente Robert Bales in una città afghana. È probabile che in ciascuno di questi eventi vi sia una motivazione ideologica o razzista, ma mostruosamente utilizzata dalla contorta e malata psicologia di un individuo. Nel caso di Tolosa, in particolare, le motivazioni ideologiche sarebbero comunque più d’una. Se l’assassino della scuola ebraica è la stessa persona che ha ucciso qualche giorno prima tre paracadutisti (di cui due di origine maghrebina) e ne ha ferito gravemente un quarto, siamo alle prese con una persona che odia contemporaneamente ebrei, musulmani e militari.

Ma esistono circostanze in cui il contesto e le percezioni finiscono per avere il sopravvento su qualsiasi riflessione razionale. La Francia è alla vigilia delle elezioni presidenziali, una gara in cui i candidati con maggiori possibilità di successo non vogliono correre il rischio di apparire distratti o indifferenti. Se uno di essi avesse classificato l’evento fra le storie di ordinaria follia, avrebbe regalato all’altro una buona parte dei propri voti. È comprensibile quindi che Nicolas Sarkozy e François Hollande siano corsi a Tolosa per dire, con le stesse parole, che il lutto della città e della scuola ebraica è un lutto dell’intero paese. I due candidati sanno che l’immagine della Francia è ancora offuscata da antichi sospetti.

Negli ultimi decenni dell’Ottocento l’antisemitismo di Edouard Drumont era più feroce di quello tedesco o austriaco. Negli anni Novanta del secolo il caso Dreyfus ha rivelato l’esistenza di un forte pregiudizio antiebraico negli ambienti cattolici, negli alti vertici delle forze armate, in una parte della società francese. Durante la Seconda guerra mondiale, la Francia di Philippe Pétain non si è limitata a eseguire gli ordini delle forze d’occupazione: ha collaborato con il Terzo Reich e ha trattato i propri ebrei alla stregua di pericolosi nemici. Più recentemente due episodi hanno riaperto il dibattito sull’esistenza di un presunto antisemitismo francese: l’attentato contro la sinagoga della rue Copernic che provocò quattro morti e 20 feriti, il 3 ottobre 1980, e la profanazione di 34 tombe nel cimitero ebraico di Carpentras nel maggio del 1990. Vi furono altri episodi e soprattutto dichiarazioni di Jean-Marie Le Pen, leader del Front national, da cui emergeva una sorta di blando negazionismo o, nella migliore delle ipotesi, una forte sottovalutazione del genocidio ebraico. Dopo questi eventi vi fu addirittura una dichiarazione del primo ministro israeliano Ariel Sharon, nell’estate del 2004, che invitava gli ebrei francesi ad andare in Israele.

Non credo che queste accuse alla Francia siano giustificate. Credo piuttosto che questi episodi francesi dipendano da circostanze di cui il paese potrebbe andare orgoglioso. La Francia ospita oggi contemporaneamente la maggiore comunità musulmana europea (più di 5 milioni di persone) e la più grande comunità ebraica (300 mila nella sola regione parigina). L’insolubile questione palestinese, la guerra libanese e la guerra di Gaza, la colonizzazione israeliana dei territori occupati, il nazionalismo arabo e l’integralismo islamico hanno scaricato sulla società francese tutte le tensioni e i conflitti del Levante e del Medio Oriente. Dovremmo dunque giudicare la Francia per il modo in cui affronta questi problemi, non per il suo presunto antisemitismo.

 

Sergio Romano

 

Utilizzare i tasti ← → (freccia) per navigare

Click to add a comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in TOP NEWS

risultato-italia-di-finale-pallanuoto-femminile-olimpiadi-rio-2016

Pallanuoto, Setterosa da favola batte la Russia ed è finale. Le azzurre giocheranno per l’oro.

Redazione ComunicareITALIA17 agosto 2016
la-pasta-uovo-camerino

La pasta all’uovo marchigiana che conquista i mercati esteri

Redazione ComunicareITALIA19 ottobre 2014
notte-della-taranta

Silvia Lanzafame di “Simply Med” nella Notte della Taranta per Musica e maestri della Cucina di Otranto

Redazione ComunicareITALIA23 agosto 2014
abito-universo-federica-gatto

Federica e l’Abito ispirato all’Universo. EXPO 2016: Abito prenotato. Giovani nostro simbolo.

Redazione ComunicareITALIA11 luglio 2014
giovanni-paolo-secondo

Giovanni Paolo II, i Giovani, la Comunicazione, la Rete

Redazione ComunicareITALIA24 aprile 2014
Pompei-fotografia-turismo-italia

Viaggiare da casa? si può con DigITALIABANK

Redazione ComunicareITALIA16 aprile 2014
posti-di-potere-governo-renzi

Tre Donne alle presidenze di Eni, Enel e Poste

Redazione ComunicareITALIA14 aprile 2014
carolina-kostner

Carolina Kostner incanta Sochi e sale sul Podio Olimpico

Redazione ComunicareITALIA20 febbraio 2014
fabio-gallo-gestione-della-conoscenza

Papa Francesco: Internet dono di Dio ma…

Redazione ComunicareITALIA3 febbraio 2014
mastrapasqua-dimissioni-imps

Antonio Mastrapasqua: 25 Poltrone in una. Il top del made in Italy

Redazione ComunicareITALIA3 febbraio 2014
70-anni-di-fotografia-paesaggio-italia

Paesaggio italiano, settant’anni di fotografia in mostra

Redazione ComunicareITALIA23 gennaio 2014
fabiogallo-italia-scuola-di-atene

“Il Potere della Rete logora chi non ce l’ha”: Alte Istituzioni ascoltano l’Esperto per difesa Cultura ed Economia italiana

Redazione ComunicareITALIA25 agosto 2013
imu-tasse-governo-blog-news

Era tutto previsto, il governo pensa di sostituire l’Imu con un’altra tassa

Redazione ComunicareITALIA23 agosto 2013
moda-belmonte-camicie-comunicareitalia

Tendenze Moda Estate 2013: le camicie must have di Belmonte per lui e per lei

Redazione ComunicareITALIA23 agosto 2013
festa-del-libro-montereggio-cultura

Tra De Sica, economia e montagna. La cultura fa festa nel Paese dei Librai

Redazione ComunicareITALIA23 agosto 2013
moscato-di-saracena-greco-di-bianco-vini

Il Moscato di Saracena ed il Greco di Bianco: vini passiti calabresi da scoprire

eleonora23 agosto 2013
insieme per l'italia-roma-scuola di atene-quirinale-alumni bocconi-fondazione paolo di tarso

Roma: Alte Istituzioni “Insieme per l’Italia” e l’economia riparte dalla Rete

Redazione ComunicareITALIA3 luglio 2013
banche-assicurazioni-usura

Lo sai quando nacque l’idea di inventare le BANCHE? a cura di Don Maurizio Mirilli

Redazione ComunicareITALIA3 maggio 2013
warren-twitter

Twitter: «Warren c’è» E guadagna mille follower al minuto

Redazione ComunicareITALIA3 maggio 2013
terre-di-cosenza-vino-rosso

TERRE DI COSENZA, VINO ROSSO DOP per una grande tradizione

Redazione ComunicareITALIA5 aprile 2013
fabio-gallo-arte-fotografia-beniculturali-madeinitaly

Wines of Italy – Made in Italy in the World

Redazione ComunicareITALIA2 aprile 2013
fotografia-beni-culturali-turismo

Fotografia e Turismo Italia: un binomio di valore imprescindibile

Redazione ComunicareITALIA4 febbraio 2013
shopping-bici-italia-news

Shopping in bicicletta

Redazione ComunicareITALIA3 febbraio 2013
fotografia-turismo-italia

Fotografia Turismo Italia

Redazione ComunicareITALIA2 febbraio 2013
fotografia-turismo-italia

TURISMO ITALIA: ognuno faccia per tre

Redazione ComunicareITALIA2 febbraio 2013
Crisi Economia: Aziende italiane in crisi non possono pagare forniture

Crisi: Italia svitata senza bulloni. Lo dice “re dei bulloni”

Redazione ComunicareITALIA9 dicembre 2012
Assisi - Cattedrale di San Rufino - Fotografia e Potere di attrazione

Fotografia Italia e potere di attrazione

Redazione ComunicareITALIA9 dicembre 2012
fisco-sgravi-famiglie

Fisco, arrivano gli sgravi per i figli

Redazione ComunicareITALIA14 novembre 2012
Made in Italy: Export Vino e Cibo supera Auto

Made in Italy: Export Vino e Cibo supera Auto

Redazione ComunicareITALIA8 ottobre 2012
FOTOGRAFIA TURISMO ITALIA

FOTOGRAFIE TURISMO ITALIA

Redazione ComunicareITALIA28 settembre 2012